Arrivi ed è una rincorsa di cuori

sospeso il dolore

nei vuoti negati,

l’abbraccio ricorrente tra le persone

e sono sguardi imperfetti

legati nella richiesta in un margine che,

perduti i contorni ,

non trova conferma

e mentre nell’ultimo passo

mi lascio alle spalle l’inconsueta famiglia

che termina un pasto

o inciampo la fuga di piccole gambe

stringo in quel luogo conferma :

esistono spazi

dove il tormento si ancora alla riconoscenza

dove il miracolo dell’amore domestico

si compie

li incontrarti

non chiede sforzo.

(Poesia di Silvia Pecorini ,  vincitrice del   fiorino d’oro)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *